“UFFIZI in Passeier”

Am vergangenen Donnerstag, den 18. Oktober 2018 hat sich die Klasse 3K/ku des Kunstgymnasiums mit Fachrichtung Grafik im Rahmen des FÜLA - Unterrichts (Italienisch und Kunstgeschichte) in die Kellerräume des Sandwirtes zur Sonderausstellung “Uffizi in Passeier - Wer schützt Kunst im Krieg?” begeben. Folgender Text der Schülerin Erica Rosa gibt einen kleinen Einblick in die sehenswerte Ausstellung.

 

 

Gita scolastica agli Uffizi in Val Passiria  (classe 3k)

La classe è arrivata al museo verso le 14 e 13 e viene gentilmente accolta dalla direttrice che in seguito farà anche da guida.

La mostra degli uffizi è situata nella cantina, in cui si trovano altre 3 stanze. All’inizio si può notare un filmato storico, dove un anziano signore (ultimo testimone ancora in vita) racconta la sua esperienza personale di quel periodo, in cui diversi quadri di valore furono nascosti in luoghi come la Val Passiria.

Nella prima stanza, anche chiamata “la stanza tedesca”, si trovano due grandi quadri di Adamo ed Eva del pittore germanico Lucas Cranach. In questa stanza viene spiegato il tragitto dei quadri, come sono arrivati e in quali condizioni. Un racconto piuttosto incredibile.

La classe prosegue con la visita guidata e raggiunge la seconda stanza, ossia “la stanza americana”. La prima cosa che si nota è un famosissimo quadro del celebre artista Sandro Botticelli. Esso viene descritto e poi intrepretato. Il suo significato viene collegato alla vittoria e al successo degli americani. Infine, viene spiegato che il salvataggio dei quadri è a scopo di propaganda, per interessi personali e quindi per trarne un proprio vantaggio.

Nell’ultima stanza, intitolata “la stanza Italiana” ci sono repliche di quadri di Sandro Botticelli, che però non furono mai portati in Val Passiria. E con ciò si conclude la visita al museo.

Prima di uscire dal museo la classe ringrazia la direttrice che le ha fatto da guida, poi si scatta una bella foto di gruppo, e infine si torna a casa.